Tutto è possibile?!

Quando siamo bimbi crediamo alle fate, ai maghi, ed esistono poche cose che pensiamo non si possano realizzare. Intorno a noi questo alone di protezione, più o meno reale, che ci difende da qualsiasi agente esterno. Meno male che trascorriamo un po’ di tempo in questa situazione, perché quando cresciamo esiste quel momento in cui realizzi, per la prima volta, che non è così.

E può essere per un piccolo accadimento o per uno davvero grande. Da adulti siamo consapevoli di ciò che ci possa succedere e crediamo nelle nostre capacità, chi più chi meno, affrontando la giornata con lo spirito che ci caratterizza. Ecco, questo intendo.

Al di là delle proprie inclinazioni, della propria situazione, di tutto ciò che ci circonda, la cosa più importante è come affrontiamo ogni giornata, ed è questo che fa la differenza. Non solo perché ogni cosa può essere presa in considerazione in modo diverso ma soprattutto perché il risultato al nostro atteggiamento ci fa trascorrere la vita in maniera diversa. Un po’ riassunto nella storiella del bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno…

Così ci sono persone per le quali le previsioni di una giornata di pioggia o neve incrina l’umore ed altre che non ne vengono minimamente toccate. Poi ci sono quelle che traggono piacere anche dai pochi vantaggi che possono portare giornate del genere.

Questo è il punto. Tutto ciò che possiamo fare è trarre il massimo risultato anche dal minimo evento e per questo esistono infiniti coach, corsi, libri di self-help ma, alla fine, sta tutto nel carattere di una persona, perché se un evento può dar vita a numerosi tipi di reazione ciò che conta è che il risultato sia sempre positivo per noi, che ci aiuti a superare ogni ostacolo e ci spinga a credere che domani sarà un giorno bellissimo anche se è previsto l’arrivo di un uragano.

You may also like