Imprenditori di se stessi

Non è facile, lo sappiamo bene. Essere imprenditori oggi vuol dire essere forti, decisamente più forti e coraggiosi degli altri. Perché sono scelte che impongono limitazioni da subito: prima fra tutte quelle di non avere una vita al di fuori del proprio lavoro.

Sta tutto nella capacità del singolo e naturalmente significa che il rischio è interamente a suo carico. Poi sappiamo bene che da soli non si arriva da nessuna parte, quindi è necessario un insieme di collaboratori capaci ed avere con loro lo stesso obiettivo. Certo è, che il rischio è tutto sulle spalle di chi intraprende un’attività in proprio.

Fortunatamente anche le soddisfazioni ed il guadagno, quando si arriva ad ottimi risultati, sono principalmente di chi ha ideato il tutto ed allora il resto del mondo stia zitto, per carità. Sopporto poco chi critica i lauti guadagni di una persona che ha rischiato il tutto per tutto e che alla fine viene premiato.

Il posto fisso, quello che garantisce uno stipendio anche se sei influenzato, e che ti regala mensilità in nome del tuo sforzo quotidiano, è davvero come la manna che scende dal cielo. Non lamentatevi, soprattutto in rispetto di chi il lavoro l’ha perso o sta faticando parecchio per poter mantenere la propria attività e gli stipendi di chi ci lavora. Molti imprenditori hanno l’acqua alla gola e fan davvero fatica a pagare i propri collaboratori.

Solo una questione di scelte, nella vita, ma chi rischia sulla propria pelle, merita di certo rispetto ed ammirazione, comprensione ed aiuto.

Quando poi sentiamo di chi ha lasciato un posto fisso perché ha creduto in una propria idea, togliamoci il cappello e non giudichiamo da subito. In Italia non è facile, di questi tempi, fare impresa senza trovarsi, almeno una volta al giorno, a chiedersi il perché di questa decisione: sembra tutto sia contro questa voglia di rischiare e credere, ma sarò sempre dalla parte di questi fantastici visionari che ritengo abbiano coraggio ed una marcia in più!

 

You may also like