Siamo soli in mezzo al caos…

Quale caos? Sarà successo ad ognuno di voi, di trovarsi in mezzo ad una moltitudine di gente, soprattutto in grandi metropoli, e di avvertire quella sensazione di solitudine, e non intendo nella sua accezione negativa, intendo proprio di realizzare di quanto siamo microbi ed unici nel mondo.

Ecco, questo caos, intendo… Corriamo come formiche impazzite, spesso senza fermarci e chiederci dove davvero stiamo andando, e perché. Non voglio rubare il mestiere a chi è più saggio di me ma proprio in questi giorni, raccogliendo notizie in giro ho avuto un momento di sbandamento. Pensando a cosa ci eravamo ripromessi tutti, e cosa continuiamo a prometterci per migliorarci, ed arrivare da qualche parte, commettendo sempre gli stessi errori, accorgendocene, eppure insistendo.

Come se nonostante tutto non ci rendessimo conto di quale orrore si stia abbattendo su di noi, e perseguissimo nello stesso progetto, pur sapendo bene di non raggiungerlo mai. Almeno senza un’infinità di cambiamenti da fare. Così leggiamo le stesse notizie sul giornale, e poi le critiche alle stesse. Ci diciamo dispiaciuti di tutto questo ma siamo poi i primi ad avere comportamenti incoerenti.

Così ci preoccupiamo e non serve a nulla: dovremmo occuparci delle cose non preoccuparci per le stesse. Come lamentarsi in continuazione della nostra mancanza di forma fisica ma abbuffarci come non ci fosse un domani. Non funziona. Non funzioniamo ed il mondo di conseguenza, che sta andando dove nessuno vorrebbe.

Anche noi, singolarmente, siamo importanti, anche se gocce nell’oceano lo rendiamo grande ed anche solo per questo motivo dovremmo sentirci responsabili e darci da fare, da subito. Ora. Invece ci scagliamo contro gli altri, sempre nell’idea che siano loro a dover cambiare per prima, perché noi ci sentiamo migliori. Sempre. E non ci accorgiamo che se aspettiamo che siano gli altri a muoversi, senza guidare noi, rischiamo di partire troppo tardi, con davvero troppo in gioco per poter ancora procrastinare.

 

 

You may also like