Rigore, non rigidità

Una bella differenza, in sostanza: la rigidità non si rivela proficua in alcuna situazione, nei comportamenti impone agli altri risposte altrettanto limitate.

Il rigore è necessario dove ci siano leggi, regole, implica un’obbligatorietà di comportamento, dovuta a una norma. A volte serve.

La salvezza, se intendiamo parlare di comportamento, modo di vivere, si trova nella flessibilità che invece è in grado di porre tutto su un altro piano, quello dell’equilibrio.

La rigidità verso qualsiasi cosa non porta a nulla, se non il distacco da qualsiasi realtà e l’allontanamento delle persone. Inutile spaccarsi la testa contro il muro se non si riesce a raggiungere un obiettivo, per qualsiasi motivo, diciamo che il tempo a disposizione dovremmo utilizzarlo per comprendere, più che per accanirsi con le stesse modalità.

Detto questo succede a tutti di incaponirsi su una questione e non demordere spendendoci troppa energia, l’importante è realizzare quanto prima che quella quantità di energia preziosissima potremmo usarla per altro.

Un po’ come cercare di risolvere quelle situazioni che davvero non dipendono dalla nostra capacità/volontà,  a volte così grandi da renderci conto che sarebbe oltremodo inutile, oltre che presuntuoso, risolverle senza averne gli strumenti.

Ecco perché esistono regole di comportamento, valori da rispettare e situazioni che necessitano di rigore ma è necessario poi possedere quella flessibilità, risultato di una mente aperta, capace di portarci nella condizione migliore per procedere con la nostra vita. Senza fermarci inutilmente e fissarci su qualsivoglia cosa. E a volte cambiare idea, sì, perché quante volte si sbaglia, si cresce quando si è capaci di realizzare convinzioni diverse e cambiare.

A volte proprio pensando di osservare certi codici di comportamento in noi innati e di non poterne affatto uscire, continuiamo ad accompagnarci a persone che proprio non starebbero nelle nostre corde. Ma ci accaniamo, insistiamo, spesso solo per obbedienza a codici di comportamento/educazione che non ci permetterebbero di allontanarci, continuando a lottare per le stesse. Sbagliato! Non serve a nulla, le situazioni sono difficili da cambiare perché le persone fondamentalmente non cambiano.

Quindi, liberiamoci di tante zavorre e teniamoci unicamente rapporti che ci arricchiscono, non imbalsamati in nome della rigidità di comportamento, e cerchiamo di essere meno inflessibili, preferendo il rigore, solo in certi casi, e ricordandoci che la flessibilità vince su tutto.

Se insistiamo ad essere rigidi ci spezziamo, se diventiamo flessibili ci pieghiamo e resistiamo a qualsiasi intemperia della vita e di questi tempi, direi, non è cosa da poco!

 

You may also like