L’adozione di tori, serpenti, varani…

Quando si  tratta di adozione ed è un animale da compagnia, siamo tutti d’accordo che sia più che sufficiente andare in qualche canile/gattile e donare una vita colma di affetto ad animali che, altrimenti, dovrebbero dividerla con amici sfortunati come loro, senza l’affetto di una famiglia. Va bene…

Quando ci battiamo per il diritto degli animali ad avere una vita normale e siamo contro a tutti quegli atteggiamenti e soprattutto comportamenti lesivi nei loro confronti, creature deboli a volte vittime di vere e proprie angherie. Va bene…

Tutto ciò che è attivismo per i diritti degli animali, affinché vivano nella propria terra di origine e siano trattati al meglio, quindi stop ai Circhi che ne fanno mostra in maniera sbagliata… Anche questo va bene.

Quando invece si tratta dell’adozione di animali decisamente poco consueti, come appunto tori, serpenti o varani, mi vengono in mente tanti motivi per i quali questo non sia giusto.

E vorrei aggiungere che l’adozione di animali differenti dai soliti cani, gatti, uccellini non pongono chi li adotta sul podio dei migliori, i più buoni dell’anno, spesso è solo frutto di  una buona dose di egoismo ed esibizionismo. Non mi sembra affatto sia un regalo per questi animali, bensì un capriccio.

Leggo sempre più spesso che si tende a portarsi a casa una capretta, piuttosto che un gufo, magari una scimmietta o addirittura un varano. Dal momento che gli ambienti naturali di questi animali sono lontani dalle nostre città, soprattutto se vogliamo che vivano in casa con noi, sono certa sia molto meglio che stiano dove devono stare e conducano una vita del tutto simile a quella degli appartenenti alla propria specie.

Che poi, sopporto poco persino gli uccellini in gabbia, figuriamoci i barbagianni in casa!

Alla base l’idea che sia un regalo per loro, intendo gli animali, quando invece nutriamo solo il nostro egoismo e l’adozione di una creatura che non parla, non ti mette alla prova, non è cerebralmente impegnativa rimane solo un modo più semplice per affrontare i propri limiti.

You may also like