Rivoluzione!

Intorno a noi, dentro di noi! Tutti veri guerrieri, a parole, poi, nella maggior parte dei casi dei teneri conigli.

La rivoluzione che vorremmo fare non è così ben definita, è più una voglia repressa di farsi valere, di combattere ciò che non ci piace ed è, in genere, direttamente proporzionale all’aggressività verbale che impera, soprattutto qui sui Social.

Perché c’è tanta delusione ovunque, e si riesce a mala pena a gestire la propria, figuriamoci quella della famiglia, dell’ambiente di lavoro o del mondo, in genere…

Ma come ci siamo arrivati a questo? Perché qualche domanda bisognerebbe farsela, magari cercando di rispondere con un po’ di sincerità, rispetto a noi stessi.

A me viene in mente quando mio nonno raccontava della propria vita e realizzavo che non doveva essere stato facile vivere ed affrontare due guerre, e nel frattempo lavorare e crescere una famiglia.

Dicono che le difficoltà aiutino nella crescita, forse tutte quelle che i nostri vecchi dovevano affrontare li ha resi certamente più forti e capaci, rispetto a noi, che se si rompe un elettrodomestico andiamo in crisi. Idem per la temperatura di casa inferiore ai 20 gradi , quando loro si svegliavano con il ghiaccio alle finestre, senza acqua calda, corrente.

Ed il tipo di educazione ricevuta?

Sarà che ci sentiamo in colpa nei confronti dei figli, intendo inconsciamente, perché poi, a parole siamo tutti genitori perfetti, oppure non li cresciamo autonomi, diamo loro troppo, troppo poco, così dicono, e li rendiamo deboli, quanto meno incapaci di affrontare non dico una guerra, ma la quotidianità con la grinta che ci vorrebbe.

E spesso si trovano a dover affrontare molto più di una guerra, tante piccole battaglie che se non hai gli strumenti giusti fai davvero fatica anche solo a volerle affrontare.

E noi? Con le nostre fragilità leggiamo ed ascoltiamo video che ci vorrebbero insegnare come vivere al meglio, aver maggior autostima, combattere le malattie, il grasso, le rughe, i tradimenti e trascorrere vacanze incredibili… Aiuto!

Mi ribello, a tutto questo mi ribello, e via con la rivoluzione!!! Oohhhhh…

You may also like