Perché l’inglese è la lingua più importante

Su questo non ci sono dubbi. Eppure, in Italia ci facciamo sempre riconoscere: pochi, se non pochissimi, capaci di capire anche solo un discorso elementare ma pronunciato benissimo nella lingua della Regina Elisabetta.

E non c’entra la scuola, che ai tempi che furono non ci portava all’acquisizione della lingua in maniera sufficiente, c’entriamo noi che non ci siamo mai impegnati più di tanto e che oggi rischiamo di essere tagliati fuori da moltissima vita.

Perché il marketing parla inglese, se viaggi è necessario e pure essere esclusi dalla vita dei figli non va affatto bene. E loro, si sa, l’inglese lo parlano correttamente.

Chiediamoci come si potrebbe fare ad imparare questa lingua senza troppa fatica! La soluzione prima è mettersi di buzzo buono, cioè impegnarsi.

Allora? Iniziamo a non guardare più i film in italiano ma in lingua originale ed aiutiamoci, in un primo tempo,  con i sottotitoli  tenendo un block notes accanto ed annotandoci le parole che non conosciamo o più ci colpiscono.

Riprendiamo una grammatica e studiamo, mettiamoci alla prova e quando abbiamo occasione sperimentiamo la nostra pronuncia su chi ci chiede un’Informazione per strada, al supermercato o in un museo.

E poi leggiamo on line le notizie sui quotidiani internazionali. Senza scoraggiarsi. Perché è solo una questione di tempo, ed il vostro inglese migliorerà, e non di poco.

Certo, bisogna prendere l’abitudine a non tradurre ma a pensare in quella lingua, perché la costruzione delle nostre frasi in italiano è ben differente e se ci perdiamo a tradurre non ne usciremo vivi!

Ed i mille corsi online? Personalmente penso funzionino di più quelli  alla vecchia maniera, in un’aula, con un insegnante, madrelingua, in grado di trasmetterci quella voglia di migliorarci in tempi non jurassici.

Magari si può chiedere ad un amico, davvero capace, di rivolgersi a noi solo in lingua, così siamo obbligati a rispondergli e, piano piano si può creare un’ottima abitudine che serve ad entrambi.

What else?!

A coffee, please, but Italian style!!!

You may also like