Lasciare il segno. Sempre.

Adoro la scrittura perchè rappresenta un modo per lasciare il segno: le tue parole restano.

In generale, anche per chi non ha la passione/capacità di fermare le parole e dar loro una forma scritta, è importante lasciare una traccia della propria presenza. Un ricordo, possibilmente buono.

Qualsiasi sia una tua caratteristica è bello che la gente ti associ a quella, magari non ad una cattiva.

Mi chiedevo del perchè io fossi poco fisionomista. In realtà non mi ricordo di chi non mi abbia colpita per qualche motivo.

E non intendo solo a livello fisico.

Pensiamoci bene. Se ci viene presentata una persona che non ci trasmette nulla, il nostro cervello non la prende nemmeno in considerazione, come se andasse direttamente nello SPAM della nostra mente. Oppure nel cestino.

Al contrario, se l’individuo è interessante, lo riconosceremo. Da lontano.

Perchè il nostro cervello è in grado di selezionare, spostare, cancellare o rendere indelebile qualsiasi informazione.

Ed è bello ricordarsi il suo nome, anche se ti è stato presentato da tempo. Un segno importante.

Fantastici siamo!

Allora come si può lasciare il segno? In molti hanno scritto sull’argomento e la conclusione rimane la stessa: ognuno può lasciare un’ ottima impressione di se stesso, dipende dalle sue caratteristiche. Anche ne avesse solo una speciale, a volte può essere determinante per colpire quella persona.

Se poi sei un insieme di qualità incredibili, allora sarai certamente ricordato da tutti.

Questo serve soprattutto nel mondo del lavoro.

Lasciando un ottimo ricordo di noi, saremo scelti da chi sta cercando collaboratori, rimarremo nella mente di chi ci ascolta, con i nostri progetti, le nostre idee, ed avremo maggiori possibilità di colpire il target di riferimento, se quello è il nostro obbiettivo.

Impressioniamo, lasciamo una traccia di ciò che siamo, del nostro sorriso, la voce, la dolcezza, la capacità, l’intraprendenza, l’impegno, la simpatia, lo sguardo, il modo di porsi/lavorare.

O rimarremo come impronte sulla sabbia: alla prima onda lunga non ci sarà più traccia di noi.

Naaaaaaaaaaa!

 

You may also like