L’unione fa la forza

Tutti sempre, perennemente, infuriati con il mondo.

A far finta di interessarsi agli altri, quando, al contrario, non si aspetta altro per far loro uno sgambetto.

Ma dove si pensa di andare con questo modo di fare?

E poi, diciamolo, gli uomini si coprono le spalle, si difendono pure, quando possono, invece questo esercito di donne agguerrite che dicono, a parole:”Ciao, cara, come sei bella, oggi”, invece pensano “Ma quanto fai senso con quel vestito, le occhiaie, poi, sembri un panda!”

Pensavo proprio a questo, stamattina: tutto così stupido. E controproducente!

Prendo spunto dal web, dove ho letto un post interessante e diceva più o meno così: se una donna, dal momento in cui si fidanza con un uomo, avesse l’ardire di comunicare con la ex-moglie/compagna/fidanzata dello stesso, potrebbe fare con lei una bella e produttiva chiacchierata.

Come solo certe donne sanno fare, fuori dai denti, la ex potrebbe consegnare alla nuova arrivata una lista completa e dettagliata dove vengono segnati i tratti importanti della persona in questione.

Un metodo che farebbe evitare tante perdite di tempo!

Invece no. Il nuovo arrivo spreca tempo ad odiare la persona che l’ha preceduta e viceversa. Sprecano entrambe energie che potrebbero usare per aiutarsi.

Mi rivolgo al genere femminile perché lo conosco meglio e poi perché  gli uomini, in genere, non si scagliano contro gli ex senza validi motivi.

Sprecare tempo ed energie per questioni controproducenti è davvero inutile.

Utile sarebbe comunicare nella maniera migliore per far sì che il nostro domani possa regalarci il raccolto di ciò che abbiamo seminato.

E pensare che se le donne si fossero sempre aiutate e sostenute sarebbero state in grado di cambiare il mondo, che non sarebbe lo schifo che è.

Col l’età si cambia, poi, ma si capiscono certe cose quando è troppo tardi.

Sempre la Legge di Murphy: saremmo in grado di attuare la strategia vincente ma oramai non serve più: la battaglia è una storia finita.

You may also like