Ma bastano veramente solo gli obbiettivi?

No, da soli non sono sufficienti.

Sarebbe bello che la teoria sposasse sempre la pratica, purtroppo però ci sono altri elementi che devono dar forza alla teoria perché questa possa trasformarsi in un ottimo risultato.

Primo fra tutti la quantità di impegno necessario per mettere in pratica la nostra strategia.

Partiamo da un esempio in linea con il periodo e la quantità inimmaginabile di persone che hanno come obbiettivo di rimettersi in forma.

Di teorie per arrivare in spiaggia e mostrare un fisico da urlo ce ne sono a bizzeffe. Metterle in pratica, da quel che si vede sulle spiagge, non è per nulla facile. Così come per tantissimi obbiettivi da raggiungere, e l’ingrediente primo è l’impegno.

Difficile, nessuno ha mai sostenuto il contrario.

Già, quel qualcosa che scatta nella vostra testa e vi fa rinunciare. Perché non c’è impegno senza rinunce.

Nel caso della dieta, rinunciate ad ogni input goloso, a costo di autoflagellarvi.

Altro fattore importantissimo: se hai un obbiettivo ed un modo per raggiungerlo, anche solo in teoria, bisogna che ci credi. Profondamente.

Decisivo per portare avanti qualsiasi progetto è avere la consapevolezza sia proprio ciò che vogliamo.

Se è realmente così siamo sulla strada giusta.

E poi la determinazione: dal momento in cui avete un obbiettivo e la teoria in cui credete fortemente per metterlo in pratica, ci vuole determinazione, quel desiderio di portare avanti l’impegno oltre le 24/48 ore.

Tornando alla dieta: se la inizi il lunedì e il mercoledì sera esci ad abbuffarti e bere come una spugna, direi che hai fatto un grosso scivolone. Del tutto rimediabile, per carità, ma se questo è il tuo grado di determinazione, non ci siamo.

Altro elemento di non poco conto: avere intorno persone che condividano il vostro obbiettivo e siano d’aiuto nella realizzazione. Condivisione.

Se, al contrario, remano contro a qualsiasi progetto tu stia dando te stesso, la prima cosa da fare è spiegare loro che vi state impegnando ed avete bisogno di collaborazione.

Basta cucinare dolci e farli trovare a tradimento nel frigorifero! Perché va bene essere determinati ma dire di no ad una fetta di meringa quando si cerca di rispettare un regime alimentare da fame, è quasi impossibile.

Ed infine accettare i suggerimenti di chi ne sa più di voi. È un aiuto importante, perché se ce l’ha fatta lei/lui, per quale motivo non potete farcela voi? Sulla dieta me ne vengono in mente alcuni: mangiare nudi davanti allo specchio. Lavarsi i denti ogni volta che si sente il bisogno di mangiare qualcosa bannato dalla dieta. Mai andare a fare la spesa quando si ha una fame terribile.

Lo so, un piccolissimo contributo, il mio. Provate.

Certo, avete ragione, ho dimenticato un ultimo elemento importante, cui non delegare tutta la responsabilità, ma sempre di cui tenere conto: un pizzico di fortuna, ed è quella che auguro a tutti quelli che si impegnano veramente in qualcosa in cui credono!

Ma si sa,“ Se la fortuna è cieca, la sfortuna è un vero cecchino”.

You may also like