Facciamo il lifting al sito web?

Pensiamoci seriamente.

 

Un sito web che si rispetti deve adattarsi ad un’infinità di fattori che cambiano col passar del tempo: la tecnologia, i gusti degli utenti, tutto cambia.

Avere un sito web che andava bene tre anni fa non è come mettere un capo d’abbigliamento comperato nello stesso periodo.

É come ostinarsi a mangiare del prosciutto che si trova nella confezione aperta da più di una settimana: puoi anche ingollartelo per fame ma non è una buona idea.

Pensiamo che per rimettere in sesto un sito web sia necessario cambiare tutto e spendere una cifra incredibile? Sbagliato.

In molti casi basta rimodernarne il contenuto, è probabile che nel tempo siano cambiati gli obbiettivi dell’azienda, il target cui rivolgersi.

L’avvento dei dispositivi mobile e delle tecniche di web design responsive hanno reso automaticamente inutili milioni di siti web che non garantiscono una visualizzazione ad hoc su smartphone, tablet, tutti strumenti che usiamo con frequenza, spesso quotidianamente.

Ed i competitors? Cambiano la propria immagine e si rinnovano, sono sempre più agguerriti perché il mercato lo impone. É necessario aggiornare anche la veste grafica e dare in questo modo un look più interessante ed efficace. 

Viene chiamato redesign ma a me piace dargli in nome lifting, perché quello perfetto ti dona un risultato favoloso senza alcun danno all’immagine.

E se il sito web in questione è dinamico basterà davvero un tocco di professionalità, facendo attenzione ad un paio di situazioni per pianificare l’operazione per tempo e sempre in stretta collaborazione con professionisti che padroneggiano la materia.

Questo cambiamento porterà nuove energie, nuovi utenti e nuova e graditissima moneta di ritorno. What else?

Vi è mai capitato di buttare un occhio al sito web di un ristorante per scegliere dove andare a rifocillarsi o per scegliere il posto adatto ad una serata speciale?

Spesso scopro con orrore che il menù nella pagina dedicata, anche in estate, descrive i piatti scelti per la Cena di San Silvestro!

Subito bocciato, perché se sono così attenti anche al cibo che comprano, potremmo passarci una serata in compagnia del mal di pancia, non di certo a godere di un lauto pasto.

You may also like